FOTOGRAFIA: Ogni tanto è bello sognare. Il mondo soffuso di Anka Zhuravleva